Valmatic: le sfide globali dopo Interpack

Maggio 2017 – comunicato stampa

Estremamente positivo il bilancio della partecipazione di Valmatic alla kermesse tenutasi a Düsseldorf lo scorso maggio. Interpack è stata la vetrina di lancio ideale per V75: l’ultima soluzione sviluppata dall’azienda italiana: macchina per il confezionamento monodose che si rivolge a settori eterogenei con massima flessibilità.

Il monodose che piace al mercato globale

«Interpack – dice Graziana Tassinari, responsabile marketing di Valmatic – è per noi la fiera di riferimento in ambito internazionale e siamo estremamente soddisfatti dell’edizione di quest’anno, che rispetto al 2014 ha visto un incremento di contatti, sia in termini quantitativi che qualitativi».

Particolarmente significativo l’interesse suscitato attorno alla gamma di Macchine FFS che Valmatic offre sul mercato sia per conto terzisti che per aziende produttrici. Tutti i modelli di macchine FFS Valmatic offrono caratteristiche di versatilità, cambio formato rapido ed economico e compattezza tali da renderle ideale trasversalmente per molteplici settori, dal food al cosmetico, dal chimico al veterinario. Tutti aspetti che sono ormai da tempo suggello di garanzia delle macchine prodotte da Valmatic. In particolare il modello V75 esposto in fiera insieme a tutta la gamma di contenitori monodose con capacità da 1 ml a 150 ml che Valmatic produce nei propri reparti in conto terzi a San Prospero sono stati gli elementi di maggiore interesse alla Fiera appena conclusa.

 

Investire sul network globale

L’appuntamento di Düsseldorf è stato l’evento cardine di un calendario fieristico assai ricco: l’azienda prenderà infatti parte anche alla prossima fiera FCE in Brasile (dal 23 al 25 maggio presso San Paolo), al Japan Pack in Giappone (dal 3 al 6 ottobre a Tokio) e all’Andina Pack in Colombia (dal 7 al 10 novembre a Bogotà). Ma non è soltanto la partecipazione ai principali eventi fieristici internazionali a connotare la propensione di Valmatic a investire sul mercato globale. L’azienda italiana è infatti presente in Turchia, Messico e Brasile con propri stabilimenti, dove viene effettuata la produzione conto-terzi di monodose per i settori cosmetico, alimentare e chimico, oltre a poter contare su distaccamenti commerciali in paesi quali il Giappone, che le consentono di coprire efficacemente tutte le aree geografiche. Il mercato di Valmatic è quindi il mondo, ma la tradizione tecnologica è tutta italiana: l’azienda di San Prospero si fa infatti vanto del proprio know, accumulato e cresciuto in seno al distretto della meccanica Emiliano-Romagnola.

 

VALMATIC – Facts and figures

Valmatic produce linee per prodotti monodose e supposte, oltre a lavorare come conto terzista.

L’azienda ha subito negli ultimi anni una forte espansione, complici le tendenze di un mercato sempre più orientato verso le soluzioni monouso e l’attenzione nella scelta di materiali e processi innovativi. Il successo di Valmatic ha origine nella capacità di reinventarsi, diversificando la propria offerta e puntando sullo sviluppo ed utilizzo di tecnologie e materiali all’avanguardia.

Oggi, Valmatic mantiene il proprio core business nella produzione di linee termoformatrici per prodotti monodose, con applicazioni nel settore chimico, cosmetico, alimentare, farmaceutico e parafarmaceutico. L’azienda ha sede a San Prospero, in Italia, e dispone di poli produttivi in Messico, Brasile, Giappone e Turchia.

Competenza, affidabilità, trasparenza, onestà, simpatia e umanità sono i valori su cui l’azienda investe fin dal 1980, anno della sua fondazione.