Valmatic ad Interpack con una nuova macchina dedicata al confezionamento monodose

Valmatic ad Interpack con una nuova macchina dedicata al confezionamento monodose

La dinamica realtà italiana, con sede nei pressi di Modena, nel cuore del distretto industriale emiliano romagnolo, presenterà alla fiera di Düsseldorf un’innovativa soluzione per il confezionamento monodose che nasce per  soddisfare specifiche esigenze di mercato. Pensata tanto per chi produce direttamente che per i contoterzisti, la soluzione Valmatic è adatta a una serie di settori differenti, tra cui l’alimentare, il cosmetico, il chimico e la farmaceutica.

Il monodose: una scelta sempre più apprezzata

Nato principalmente per servire il mercato farmaceutico, il monodose è oggi diffusissimo anche in ambito alimentare e nell’home & personal care, settori che tengono in sempre maggior considerazione aspetti quali la praticità d’utilizzo e la riduzione degli sprechi. Inoltre, i produttori richiedono sempre più attenzione ai materiali utilizzati e pongono in primo piano i costi di processo. «La tendenza – dice Graziana Tassinari, responsabile marketing di Valmatic – va verso l’utilizzo sempre più massiccio di prodotti monodose. Le famiglie sono sempre meno numerose e la gente si muove molto di più ma – particolarmente in questo periodo – è anche molto più attenta agli sprechi. I vantaggi fondamentali del monouso rispondono in pieno a queste esigenze: l’ingombro è minimo, il dosaggio del prodotto è adeguato all’utilizzo e si ha la sicurezza che sia sempre fresco al momento dell
’ uso. Inoltre, la soluzione monodose consente un minor spreco di materiali, ed ha un minore impatto sull’ambiente, risultando quindi una scelta vincente anche per i produttori».

 

Valmatic V75: nata in Italia, cittadina del mondo

L’azienda di San Prospero da anni investe fortemente nello sviluppo di macchine adatte al confezionamento di prodotti monodose, progettando e commercializzando soluzioni in grado di anticipare le esigenze dei clienti, che richiedono macchine sempre più flessibili, semplici da operare e di facile manutenzione. Valmatic V75 nasce per rispondere proprio a queste necessità, prefigurandosi come la soluzione ideale per il confezionamento monodose di un’ampia serie di liquidi e creme, offrendo applicazioni in settori eterogenei, dall’alimentare al farmaceutico. Nello specifico, l’unità Valmatic può confezionare prodotti quali detergenti per l’home care, vitamine, integratori alimentari, aceto balsamico, olio d’oliva, salse, creme per utilizzo cosmetico, farmaci e tanti altri. V75 si rivolge insomma al mercato globale nella più ampia accezione del termine, e lo fa forte del know how tecnologico e meccanico sviluppato in quasi quarant’anni di attività nel cuore di uno dei più importanti distretti dell’automazione mondiale, quella packaging valley emiliano romagnola cha ha fatto del concetto di “flessibilità” il suo tratto distintivo.

 

Impieghi diversi, stessa facilità d’utilizzo

Bastano pochi dati per rendersi conto della flessibilità della macchina: V75 è infatti in grado di lavorare alla velocità di 30 cicli al minuto, confezionando liquidi in fiale dagli 0,5 ai 150 ml, potendo lavorare sia materiali accoppiati con alluminio che un’ampia serie di composti plastici barrierati, come il PP/PET/EVOH/PE, PET/EVOH/PE e PET/PS/PE. V75 è inoltre in grado di lavorare materiale di grande spessore, dai 150 ai 500 micron, garantendo processi di taglio e formatura della confezione sempre ai massimi livelli. Tra le peculiarità della macchina vi è infatti l’adozione di un tranciante di ultima generazione, anch’esso studiato all’insegna della flessibilità e della facilità di utilizzo. Tale gruppo può infatti essere cambiato in maniera veloce ed agevole, per consentire la realizzazione di differenti tipi di taglio. V75 è al contempo caratterizzata da un’interfaccia operatore-macchina estremamente evoluta, che ne semplifica enormemente l’utilizzo. Specifici software sono stati sviluppati per rendere le operazioni di conduzione, manutenzione e cambio formato estremamente semplici. Inoltre, intuitivi video tutorial faranno parte del corredo del PLC, per aiutare l’operatore a orientarsi tra le funzioni della macchina in maniera immediata. La macchina è anche dotata di un sistema controllo di livello con scarto automatico dei prodotti non conformi. V75 presenta infine un ingombro relativamente contenuto, in modo da inserirsi senza problemi all’interno di diversi layout produttivi, compresi quelli dei conto terzisti, tradizionalmente attenti ad ottimizzare gli spazi, oltre che i costi.

 

Alta tecnologie e gruppi opzionali

Pur essendo di semplice conduzione e manutenzione, la macchina presenta caratteristiche che la rendono adatta alle esigenze di confezionamento di prodotti di alta gamma. Per esempio, i valori di trasmissione dell’ossigeno (Oxygen Transmission Rate o OTR) e del vapore acqueo (Water Vapour Transmission Rate o WVTR) sono bassissimi e garantiscono una perdita di peso del prodotto nei 40 giorni di stabilità inferiore all’1%: una performance che prefigura l’utilizzo della macchina anche per liquidi farmaceutici o creme di alta cosmesi, caratterizzati da elevate proprietà tecnologiche. V75 offre inoltre una caratteristica unica sul mercato: la macchina può infatti essere equipaggiata con un gruppo di stampa del materiale in linea, denominato Valmatic Thermoprinter, che lavora in sincronia con le operazioni di confezionamento ed è studiato per stampare l’esatta quantità di materiale necessaria alla macchina, così da ottimizzarne l’utilizzo e ridurre gli sprechi. Infine, V75 è equipaggiata come standard con un sistema di comunicazione in remoto, in grado di consentire l’intervento del personale tecnico specializzato per operazioni di assistenza on line in tempo reale, tramite una semplice connessione LAN.

Valmatic sarà presente ad Interpack, dal 4 al 10 maggio, presso lo

stand nr. B21 –  Pad. 08A.